Offerta No. 331

29.03.2018

La Polizia cantonale dispone di un Servizio giuridico proprio.

Esso è composto da tre collaboratori e diretto dalla Capo settore. A far tempo dal 13 agosto 2015 la Commissione per l’avvocatura riconosce i periodi di praticantato svolti presso di noi nel computo dei due anni obbligatori.

Il Servizio è particolarmente orientato al diritto amministrativo e tratta principalmente i seguenti temi:

  • redazione di osservazioni e dupliche nell’ambito di procedure amministrative (al Consiglio di Stato e al Tribunale amministrativo cantonale) per ricorsi in materia di LArm, Lear, Lapis e altre leggi applicate dai Servizi generali, in particolare dal Servizio armi, esplosivi e sicurezza privata e dal Servizio autorizzazioni commercio e giochi;
  • stipulazione di convenzioni, di contratti e di accordi per la Polizia cantonale, con partner pubblici e privati;
  • elaborazione di pareri giuridici a favore del Comando e/o della Direzione del Dipartimento delle istituzioni;
  • redazione di risposte ad atti parlamentari e a varie consultazioni cantonali e federali; costante consulenza sia a favore del Corpo che di altri Uffici dell’Amministrazione Cantonale negli ambiti di competenza specifici della Polizia cantonale;
  • redazione/revisione di atti normativi.

Le condizioni d’assunzione e remunerazione sono le medesime previste per gli altri periodi di pratica svolti presso le Autorità giudiziarie cantonali o presso il Ministero Pubblico.

Considerato il delicato settore e la confidenzialità delle informazioni a cui si ha accesso nel corso del periodo di formazione, il praticante non deve avere precedenti incompatibili con la funzione.

La Capo settore Bernadette Rüegsegger e il suo staff rimangono, a disposizione, a stretto giro di mail (servizio.giuridico@polca.ti.ch) per ogni domanda e/o candidatura.

Di principio è richiesta la disponibilità a svolgere un periodo di 6 mesi. Periodi inferiori possono essere concordati solo per motivi eccezionali.
Disponibilità a far data dal 1. luglio 2018.